Digitale Forense. Corso base di digital forensics per avvocati.

improntaUdine, 20 Febbraio – 13 Marzo 2013

La capillare diffusione delle nuove tecnologie ha rivoluzionato l’attività forense: sono sorte nuove fattispecie di illeciti ma, al contempo, è possibile utilizzare nuovi strumenti d’investigazione.

Oggi la Digital Forensics, ossia la disciplina che si occupa dell’individuazione, dell’acquisizione e dell’utilizzo della prova digitale, non è più una materia riservata agli specialisti, ma interessa tutti gli avvocati.

Sempre più spesso nell’attività professionale di tutti i giorni, l’avvocato è chiamato a rispondere a interrogativi dei clienti come questi:

“Sono stato diffamato su internet, come posso risalire al colpevole?”

“Il mio dipendente utilizza Facebook sul luogo di lavoro: cosa posso fare?”

“Come produrre SMS ed email in una causa di separazione coniugale?”

Il presente corso (tenuto da avvocati e consulenti tecnici di pluriennale esperienza) intende illustrare i principi base della Digital Forensics, indicare le norme giuridiche più rilevanti e rispondere in modo concreto a quesiti pratici. Continua a leggere

Annunci

Geolocalizzazione: interessi e tutele a confronto secondo il Garante Privacy

UnknownNegli ultimi anni si è assistito, con sempre maggiore diffusione anche in relazione all’avanzare del progresso tecnologico, all’utilizzo di sistemi di geolocalizzazione installati a bordo di autoveicoli aziendali. L’esigenza primaria perseguita da datori di lavoro, siano essi pubblici o privati, era ed è, principalmente, quella organizzativa e produttiva della propria impresa, in uno con la tutela della sicurezza nell’ambito della fornitura di servizi di trasporto di persone o cose.
Continua a leggere

Open source day 2012

24 novembre 2012 – Udine

Anche quest’anno presso il polo scientifico dell’Università degli Studi di Udine si terrà il tradizionale appuntamento all’insegna del software open source.

L’evento è organizzato dall’AsCI (Associazione Cultura Informatica) e Iglu (Gruppo Linux Udine), in collaborazione con DITEDI (DIstretto TEcnologie DIgitali), col patrocinio dell’Università, del Comune di Udine e del Comune di Tavagnacco.

Visto il buon risultato ottenuto nella scorsa edizione, sono stati previsti tre percorsi di seminari: base, avanzato e business.

Nell’ambito di quest’ultimo percorso, rivolto principalmente al mondo aziendale, l’avv. David D’Agostini terrà un intervento sui profili giuridici del cloud computing.

L’ingresso è libero. Maggiori informazioni sul sito: http://opensourceday.org.

Privacy: tutela dimezzata per imprese e associazioni

Risulta fatto notorio che con l’art. 40, co. 2, del d.l. n. 201/2011, il c.d. decreto “Salva Italia”, il trattamento dei dati di persone giuridiche, società, enti e associazioni non trovano più alcuna specifica regolamentazione con riferimento alla tutela della privacy, ciò in quanto la nozione di “dato personale” e di “interessato” non si riferisce più ai riferiti soggetti a prescindere dalla natura del titolare.

E’ inesatto, tuttavia, sostenere che le imprese siano completamente uscite dal codice e siano prive di ogni forma di tutela, in quanto continuano a mantenere, nella loro qualità di contraenti-persone giuridiche, una pur minima garanzia nell’ambito dei servizi di comunicazione elettronica di cui al capo 1 del titolo X del Codice. I mezzi di tutela a loro disposizione, tuttavia, sono spuntati e la normativa è sul punto ambigua e incompleta.

Continua a leggere

Il Ministro all’attacco di Facebook: come una bufala si propaga sulla rete

“IL MINISTRO DEGLI INTERNI ITALIANO HA CHIESTO ( E OTTENUTO) L’ACCESSO AI PROFILI FB. QUINDI COPIA-INCOLLA IL SEGUENTE MESSAGGIO.
Dichiaro quanto segue: Qualsiasi persona o ente o agente o agenzia di qualsiasi GENERE , struttura governativa o privata, NON HANNO IL mio permesso (tranne su richiesta esplicita e con consenso mio personale) di utilizzare informazioni sul mio profilo, o qualsiasi parte del suo contenuto compaia nel presente, compreso ma non limitato alle mie foto, o commenti sulle mie foto o qualsiasi ARGOMENTO pubblicata nel mio profilo o diario. Sono informato che a tali strutture è strettamente proibito divulgare, copiare, distribuire, diffondere o raccogliere informazioni o intraprendere qualsiasi altra azione riguardante o contro di me tramite questo profilo e il contenuto dello stesso. Divieti precedenti si applicano anche ai dipendenti, stagisti, agenti o qualsiasi personale sotto la direzione o il controllo di dette entità. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni in esso contenute sono riservate al circolo di persone alle quali esso è destinato. La violazione della mia privacy è punita dalla legge.
CC – 1 – 308 -1-103. Facebook è ora un’entità quotata in borsa PERTANTO RESA PUBBLICA AZIENDA QUINDI SOTTOPOSTA AD OBBLIGO DELLA LEGGE SULLA PRIVACY.
Siete tutti vivamente consigliati di pubblicare un bando tipo questo, o se preferite, copiare e incollare direttamente questa versione. Non pubblicare tale dichiarazione almeno una volta, permette indirettamente l’uso di oggetti quali immagini e informazioni contenuti nei vostri aggiornamenti di stato pubblici.” Continua a leggere

Cookies a prova di privacy: esempi pratici (3^ Parte)

Dopo aver analizzato le modifiche normative e i casi d’esenzione dal consenso, in questo articolo ci occuperemo di illustrare alcuni esempi d’uso comune.

Cercheremo di capire se alcune tipologie molto diffuse di cookie rientrino nell’ambito di applicazione dei criteri di esenzione (CRITERIO A e CRITERIO B) o se, invece, per poterli utilizzare sia necessario ottenere il consenso informato dell’utente. Continua a leggere