Catene di S. Antonio: ci pensa la Cassazione a spezzarle

Diverse sono le e-mail che quotidianamente riceviamo sulla casella di posta elettronica, generalmente bollate come “spam”, dietro cui si nascondono tentativi di proliferazione delle cosiddette Catene di Sant’Antonio che promettono guadagni facili, bonus anche in denaro o, semplicemente, premi quali telefonini o autoveicoli. I metodi e le varianti sfruttati per garantirne la diffusione sono molteplici: ci sono catene che manipolano le emozioni, quelle che promettono un veloce e facile arricchimento, infine quelle che usano la superstizione per minacciare il destinatario con sfortuna, malocchio o violenza fisica se la catena viene interrotta.
Continua a leggere

Annunci